Stranieri in Italia

A. Stranieri in Italia - Cittadini UE, SEE e Svizzera

I cittadini, assistiti da uno Stato dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e dalla Svizzera (a partire dal 1° giugno 2002), possono usufruire dell'assistenza sanitaria in Italia se sono in possesso di:

  • TEAM - Tessera Europea di Assicurazione Malattia
  • Attestato di diritto

La TEAM e gli attestati di diritto consentono di usufruire dell’assistenza alle stesse condizioni previste per gli assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale Italiano, in forma diretta; il paziente non deve anticipare le spese, è tenuto solo al pagamento di eventuali compartecipazioni alla spesa – ticket.

La Direttiva UE del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 24 del 9 marzo 2011, sulla “applicazione dei diritti dei pazienti relativi all’assistenza sanitaria transfrontaliera” prevede, inoltre, che gli assistiti dei Paesi dell’Unione Europea possano usufruire dell’assistenza in Italia, alle stesse condizioni previste dal proprio Sistema Sanitario, ma in forma indiretta; il paziente anticipa i costi dell’assistenza sanitaria autorizzata nei casi previsti e successivamente richiede il rimborso al proprio Sistema sanitario che provvederà a rimborsare in base alle proprie tariffe, anche se inferiori a quelle del Paese di cura.

B. Cittadini stranieri non appartenenti ai paesi convenzionati, con permesso di soggiorno

I cittadini stranieri regolarmente presenti in Italia possono accedere alle strutture del servizio sanitario nazionale (SSN)  con modalità diverse a seconda del motivo del soggiorno.

  1. I cittadini stranieri temporaneamente presenti per un periodo non superiore a 90 giorni (es. turisti), possono usufruire delle prestazioni sanitarie urgenti e di elezione dietro pagamento delle relative tariffe regionali. Non è prevista l’iscrizione al SSN tranne che per gli studenti e le ragazze alla pari.
  2. I cittadini stranieri con regolare permesso di soggiorno possono iscriversi al SSN rivolgendosi al Distretto Sanitario competente in base al Comune di residenza anagrafica, o se non ancora residenti, di domicilio effettivo indicato nel permesso di soggiorno.

L'iscrizione al SSN consente la scelta del medico di base iscritto nei registri dell'Azienda Sanitaria con conseguente attribuzione di 4 crediti riconoscibili ai fini dell'accordo di integrazione.
L'assistenza sanitaria è estesa ai familiari a carico regolarmente soggiornanti in Italia.

L'iscrizione può essere:

  • obbligatoria
  • volontaria