Farmacosorveglianza

Farmacosorveglianza

 

La farmacosorveglianza è l’insieme delle azioni di controllo a carattere preventivo esercitate nell’ambito della

  • produzione
  • distribuzione
  • detenzione
  • fornitura
  • impiego

dei medicinali veterinari.

Come da Linee guida del Ministero della Salute, la farmacosorveglianza si attua attraverso il controllo dell’impiego dei medicinali veterinari di cui fanno parte anche le premiscele medicate inserite negli alimenti zootecnici contenenti sostanze farmacologiche.

Le verifiche si basano sul controllo dei registri di carico e scarico dei medicinali veterinari, dei registri dei trattamenti nelle strutture in cui sono allevati animali destinati alla produzione di alimenti per l’uomo, delle ricette veterinarie, dei quantitativi e ella tipologia dei vari medicinali in uso alle aziende.

La farmacosorveglianza è finalizzata sia alla tutela della salute pubblica, mirando ad evitare che residui farmacologici negli alimenti di origine animale possano essere indirettamente trasferiti al consumatore sia di salvaguardia della salute animale, mirando ad evitare l’uso di farmaci negli animali non giustificato da necessità terapeutiche e contrarie alle norme sul benessere animale.

A tal fine il Ministero della Salute ha stabilito norme e procedure da seguire.

pdf 2 d.l.vo 193 06 presentazione 43.9 kB