Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine

Accesso alle prestazioni e tempi attesa - esami e visite

Disposizioni normative

La Giunta regionale (in recepimento del Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa, con provvedimento n. 1439 del 28/07/2011), ha integrato le diverse disposizioni emanate sulle modalità con cui garantire ai cittadini l’accesso alle prestazioni diagnostiche, terapeutiche e riabilitative di assistenza specialistica ambulatoriale e di ricovero entro tempi adeguati alle necessità cliniche presentate da ciascun paziente.

Criteri di priorità

Si tratta di un sistema di accesso alle prestazioni organizzato per priorità clinica che può interessare alcune specifiche visite specialistiche, accertamenti diagnostici o interventi chirurgici. Tali criteri devono essere utilizzati dai Medici di Medicina Generale, dai Pediatri di Libera Scelta e dagli Specialisti, all’atto della prescrizione nella ricetta medica, per formalizzare le situazioni di maggior o minor differibilità dell'accesso ai servizi del SSR in base alle condizioni cliniche riscontrate.

Per le prestazioni ambulatoriali prioritarizzate i tempi previsti sono:

U= urgente: prestazioni non differibili, erogate di norma entro 24 ore.
B= breve (priorità alta): il tempo di attesa deve essere inferiore o uguale a 10 giorni;
D= differita: il tempo di attesa non deve superare 30 giorni per le visite specialistiche e 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
P= programmata: il tempo di attesa non deve superare 180 giorni. Per alcune specifiche prestazioni ritenute di particolare rilevanza è previsto un tempo massimo di 120 giorni
 

Classi di priorità   Tempo massimo di attesa
U = urgente Prestazioni non differibili                         Erogate di norma entro 24 ore
B = breve (priorità alta)   Inferiore o uguale a 10 giorni
D = differita   Non superiore a 30 giorni per le visite specialistiche e non superiore a 60 giorni per gli accertamenti diagnostici
P = programmata   Non superiore a 180 giorni. Per alcune specifiche prestazioni di particolare rilevanza, al massimo 120 giorni

La mancata indicazione da parte del medico del codice di priorità per le prestazioni che rientrano nel sistema di prioritarizzazione , comporta l’equiparazione al codice di priorità “programmato” (P).

In ambito provinciale, per specifiche prestazioni sono stati definiti criteri di priorità secondo quadri clinici condivisi tra i diversi professionisti (ospedalieri, territoriali e ambulatoriali) che prevedono accessi differenziati secondo le classi sopra riportate (B = 10 giorni, D = 30/60 giorni, P= 180 giorni).
Le prestazioni per le quali sono stati elaborati criteri clinici di accesso in ambito regionale/provinciale sono:

Visite specialistiche

  • Visita Cardiologica
  • Visita Chirurgica Vascolare
  • Visita Chirurgica Vertebro Midollare
  • Visita Dermatologica
  • Visita Endocrinologica
  • Visita Fisiatrica Infantile
  • Visita Fisiatrica
  • Visita Gastroenterologica
  • Visita Neurologica
  • Visita Oculistica
  • Visita Ortopedica
  • Visita Otorinolaringoiatrica
  • Visita Pneumologica
  • Visita Urologica

Accertamenti diagnostici

  • Densitometria ossea
  • Ecocolordoppler dei vasi periferici venosi
  • Ecocolordoppler arterioso agli arti ed aorta addominale
  • Ecocolordoppler dei tronchi sovraortici
  • Ecografia addominale
  • Ecografia del capo e del collo
  • Ecografia della mammella
  • Elettromiografia semplice
  • Endoscopia digestiva
  • Mammografia
  • RMN Colonna cervicale e dorsale (RM per lo studio delle strutture nervose endocanalari)
  • RMN Colonna lombare (RM per lo studio delle strutture nervose endocanalari)
  • RMN Encefalo