Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine

WS multidisciplinare: 2 anni di attività Presidio Ospedaliero Universitario Santa Maria della Misericordia

20 febbraio

Tutti i più recenti studi stanno dimostrando che sia il gradimento dei pazienti, sia considerazioni di carattere economico fanno orientare l’organizzazione dei ricoveri in ambiente ospedaliero per  “intensità di cure”. In sostanza si tratta di assegnare i vari pazienti, quelli chirurgici in particolare, al tipo di organizzazione che a loro è più confacente: day hospital per le patologie che non richiedono pernottamento in ospedale o ricovero vero e proprio.

La week surgery (WS) è una delle possibili modalità di ricovero “con pernottamento” nel novero di quelle che permette la gestione “per intensità di cure”. In poche parole è quella parte di reparto ospedaliero, e quindi di organizzazione, che accoglie i pazienti nei giorni di attività operatoria programmata, ovvero nei giorni feriali. Si tratta ovviamente di patologie di “media complessità” per le quali si presume che il paziente resti ricoverato pochi giorni.

La WS, autonoma e multidisciplinare è inserita nel Dipartimento di Chirurgia Generale diretto dal dott. Roberto Petri; nel Dipartimento, organizzato per intensità di cure, questo modello assistenziale utilizza 28 letti, accoglie pazienti di sette discipline chirurgiche diverse (Clinica Chirurgica, Chirurgia Generale, Clinica ortopedica, Ortopedia, Chirurgia Vascolare, Clinica Urologica, e Gastroenterologia) ed è attiva dal 7 gennaio 2015 (primo esempio in Regione FVG).

La sua collocazione è nella sede del Dipartimento di Chirurgia generale, al secondo piano, ala ovest del padiglione numero 15. L’attività operatoria viene assicurata nelle sale operatorie del blocco chirurgico.

La progettazione di questo modulo organizzativo dell’assistenza è stata curata dal direttore del Dipartimento insieme ai direttori delle altre strutture chirurgiche e dalla

Responsabile dell’Assistenza dott.ssa Giovanna Mulloni, con la collaborazione dello staff infermieristico del Dipartimento.

L’area di degenza WS è dotata di organico dedicato permettendo, quindi, di mantenere alto il livello di competenza posseduto e agito; è coordinata da un responsabile infermieristico che interagisce in modo costante con le strutture afferenti per il presidio della programmazione dei ricoveri.

L’equipe di cura utilizza strumenti standardizzati multi-professionali che hanno lo  scopo di allineare il comportamento dei professionisti nella scelta della tipologia e sequenza degli interventi assistenziali, secondo obiettivi condivisi e con l’impiego appropriato delle risorse disponibili. La responsabilità clinica è garantita dai medici di ciascuna specialità; viene  mantenuto il collegamento con il medico di famiglia attraverso la lettera di dimissione e l’eventuale contatto telefonico.

Tale organizzazione risponde alla domanda di cura attraverso l’osservanza dei criteri di accesso e di programmazione dell’attività da parte di tutti gli utilizzatori. Lo sviluppo della tecnica chirurgica e anestesiologica a bassa invasività permette di ampliare l’eleggibilità dei pazienti al ricovero in Week Surgery migliorando la gestione delle liste d’attesa e, per la nostra realtà, di sviluppare l’integrazione fra le discipline del Dipartimento di Chirurgia Generale e favorire l’integrazione fra i diversi professionisti.

A distanza di due anni si possono trarre alcune considerazioni di efficacia organizzativa e di esito clinico. Un sensibile vantaggio è derivato dalla riduzione della degenza pre-operatoria (il 90% dei ricoveri avviene il giorno stesso dell’intervento) e della durata della degenza, che permette la riduzione dell’allontanamento del paziente dall’ambiente familiare, la precoce mobilizzazione e la rapida ripresa dell’attività. Diretta conseguenza è la riduzione dei costi per beni sanitari e non sanitari.

Si è inoltre voluto rilevare se effettivamente il fruitore del servizio (cittadino/paziente) confermasse quella che per gli operatori è una consapevolezza di efficacia del modello di ricovero; attraverso una recente indagine di gradimento su un campione di pazienti ricoverati in WS, è stato chiesto di compilare un questionario anonimo: la rilevazione ha registrato un elevato livello di soddisfazione dell’utente per le modalità assistenziali adottate durante l’accoglimento, il ricovero e la dimissione.

SOC

2015

2016

delta

Clinica Chirurgica

477

490

13

Chirurgia Generale

361

456

95

Gastroenterologia

67

68

1

Clinica Ortopedica

131

124

-7

Ortopedia Clinica

73

93

20

Urologica

734

644

-90

Chirurgia vascolare

191

220

29

totali

2034

2095

61

 

Come si evince dalla tabella i pazienti ricoverati in WS sono stati 2034 nel 2015 e 61 in più nel corso del 2016, distribuiti fra le discipline in proporzione ai letti assegnati. L’occupazione dei posti letto è vicina al 100% dal lunedì al venerdì, mentre il sabato entro le ore 14.00 vengono dimessi tutti i pazienti. Vi è stato un miglioramento complessivo delle modalità di programmazione da parte di tutte le strutture afferenti, contribuendo a consolidare il modello di funzionamento che ha ricadute positive anche sulle altre degenze del Dipartimento.

Tante sono state le patologie gestite con questa modalità. Le principali che ne hanno fruito riguardano la chirurgia del seno, la chirurgia mini-invasiva di molte patologie addominali, la chirurgia della prostata e della vescica, le artroscopie e alcune sostituzioni protesiche, la chirurgia vascolare delle carotidi, alcune procedure endoscopiche.

doc Comunicato week surgery petri 113.5 kB