Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine

Agricoltura - nuove scadenze per l'abilitazione degli operatori

8 marzo

Il 2016 è stato un anno di grandi cambiamenti in materia di sicurezza sul lavoro in ambito agricolo per l’introduzione dell’abilitazione all'uso delle trattrici e della loro revisione. 

Dapprima era entrato in vigore a pieno regime l'Accordo Stato-Regioni del 22.02.2012 in materia di “abilitazione all'uso di specifiche attrezzature di lavoro” comprese le trattrici agricole e forestali. A partire dal 01.01.2016, chiunque abbia iniziato ad utilizzare per la prima volta una trattrice doveva effettuare il corso completo per ottenere l'abilitazione. Invece coloro che al 31.12.2015, possedevano un'esperienza pregressa documentata nella conduzione di queste macchine, pari ad almeno 2 anni, avrebbero dovuto partecipare ad un corso di rinnovo entro il 13.03.2017.

Con il Decreto Legge 30 dicembre 2016 n. 244 (“Milleproroghe”), convertito in legge con modifiche alla fine di febbraio 2017, è stata prorogata la data di entrata in vigore dell'obbligo di una specifica abilitazione per la conduzione delle macchine agricole e forestali, così come previsto dall'articolo 73 comma 5 del D.Lgs. 81/2008.

Il suddetto termine del 31.12.2015  è stato differito al 31.12.2017.

Pertanto, solo dopo tale data, chiunque inizierà ad utilizzare un trattore agricolo o forestale per la prima volta dovrà effettuare il corso completo per ottenere l'abilitazione; il corso di rinnovo per coloro che risultano in possesso dell'esperienza pregressa è ora slittato al 31.12.2018.

Si riporta una tabella schematica con le nuove scadenze.

Caso

Adempimento

Scadenza

Operatori incaricati all’uso delle attrezzature dopo il 31/12/2017

Conseguimento abilitazione

Prima dell’uso delle attrezzature

Operatori già incaricati dell’uso delle attrezzature alla data del 31/12/2017

Conseguimento abilitazione

Entro il 31 dicembre 2019

Operatori già formati - corsi di tipo a) -  alla data del 31/12/2017

Corso di aggiornamento

Entro il 31 dicembre 2022

Operatori già formati - corsi di tipo b) - alla data del 31/12/2017

Corso di aggiornamento

Entro il 31 dicembre 2019

Operatori già formati - corsi di tipo c) - alla data del 31/12/2017

Corso di aggiornamento + Verifica apprendimento

Entro il 31 dicembre 2019

Tutti gli operatori

Corso di aggiornamento

Ogni 5 anni a decorrere dall’aggiornamento

Operatori che alla data del 31/12/2017 sono in possesso di esperienza documentata almeno pari a 2 anni

Corso di aggiornamento

Entro il 31 dicembre 2018

Corsi di tipo a), b) e c) ai sensi  dell’Accordo Stato Regioni del 22.02.2012 (punto 9 “Riconoscimento della formazione pregressa”).

L'Accordo Stato-Regioni individua in maniera precisa le caratteristiche dei Soggetti Formatori,  gli argomenti specifici dei programmi di formazione e le prove di valutazione finale dell'apprendimento. Si rammenta che la scelta del percorso formativo non dovrebbe basarsi solamente su mere considerazioni economiche, ma è importante individuare Enti affidabili che abbiano ottenuto l'accreditamento regionale.

Gli organi di vigilanza delle Aziende Sanitarie, nell'espletamento delle loro funzioni di controllo, eseguono anche verifiche sulla natura e sulla veridicità degli attestati di abilitazioni rilasciati agli agricoltori: un'abilitazione non conforme può comportare pesanti risvolti di carattere penale.

Per quanto riguarda la revisione generale periodica delle macchine agricole ed operatrici, dal 1 luglio 2016 è in vigore il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 20.05.2015 che ha esplicato all'Allegato I i criteri temporali in base ai quali le trattrici agricole (per ora esiste il calendario solo di questi mezzi) verranno sottoposte a revisione periodica.

Di fatto, per una piena attuazione, devono ancora essere emanate le modalità di esecuzione della revisione che saranno riportate in uno specifico Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Alla luce di queste importanti novità è importante ricordare che l'utilizzo, a qualsiasi titolo, di una macchina agricola comporta degli obblighi sanciti dal Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81.

Le macchine devono rispondere a precisi requisiti tecnici di sicurezza, non solo formali, previsti dal decreto di cui sopra e dalle direttive comunitarie e di prodotto.

In questa fase, vista la vetustà del parco macchine esistente sul territorio regionale, riveste un ruolo di fondamentale importanza la loro  messa a norma.

Considerando quindi l'entità di questi interventi, è necessario affidarsi a professionisti qualificati: il “fai da te”, seppur in minima parte ammesso, deve rientrare in canoni ristretti e prestabiliti.

Nell'anno appena concluso alcune Amministrazioni Comunali della provincia di Udine si sono dimostrate particolarmente sensibili a queste tematiche e hanno organizzato serate informative, rivolte a tutti gli operatori agricoli, invitando come relatori i tecnici delle Aziende Sanitarie.

Questi eventi sono stati particolarmente interessanti ed apprezzati dai numerosissimi operatori del settore e cittadini intervenuti.

doc Operatori agricoltura proroga scadenze 296.5 kB