Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine

La ricerca clinica nel Presidio Ospedaliero Universitario "Santa Maria della Misericordia" di Udine

Il Presidio Ospedaliero Universitario "Santa Maria della Misericordia" di Udine è di rilievo nazionale e di alta specializzazione.

Il Presidio Ospedaliero Universitario "Santa Maria della Misericordia" di Udine è di rilievo nazionale e di alta specializzazione la cui finalità, come definita nell’Atto Aziendale e dal Protocollo d’Intesa tra Regione Friuli Venezia Giulia e Università degli Studi di Udine, consiste nello svolgimento unitario e coordinato delle funzioni di assistenza, didattica e ricerca.

La ricerca clinica nell’ambito di un ospedale universitario di riferimento nazionale è una funzione strategica complessa, che porta allo sviluppo delle conoscenze, delle capacità innovative e delle competenze dell’intero sistema delle cure del territorio di riferimento.

Obiettivi particolari della ricerca clinica svolta nel Presidio Ospedaliero Universitario “Santa Maria della Misericordia” sono:

  • migliorare la pratica clinica per raggiungere e mantenere elevati livelli qualiotativio standard di assistenza e di tutela della salute;
  • migliorare l’efficacia e sicurezza dei farmaci e ridurre gli effetti collaterali;
  • sviluppare le conoscenze biomediche e l’innovazione tecnologica,
  • valorizzare in modo paritario le funzioni e le attività del personale ospedaliero e del personale universitario.
  • sperimentare percorsi riabilitativi che favoriscano il recupero delle condizioni di salute dei pazienti, la riduzione dell’ospedalizzazione e dei tempi di attesa;
  • garantire un ottimale management del dolore e accrescere i livelli di sicurezza dei pazienti;
  • garantire lo sviluppo delle le conoscenze nel campo biomedico e la formazione continua di professionisti e ricercatori competenti.
  • accrescere la fiducia nell’istituzione.

Il Presidio Ospedaliero Universitario “Santa Maria della Misericordia” contribuisce al miglioramento dell’attività assistenziale creando le condizioni affinché la partecipazione dei professionisti ai programmi di ricerca e sperimentazione clinica sia diffusa, consapevole e guidata dai principi del codice professionale etico, della partecipazione consapevole dei malati e dei loro familiari alle scelte diagnostico-terapeutiche e della promozione del rispetto dell’integrità fisica e psichica della persona.

Il Presidio Ospedaliero Universitario “Santa Maria della Misericordia” assume, la piena e completa responsabilità nei confronti dei pazienti arruolati nelle ricerche, come previsto dalle norme vigenti, in particolare nel rispetto delle procedure previste da:

  • dichiarazione di Helsinki dell'Associazione Medica Mondiale (1964 e successive revisioni);
  • Convenzione di Oviedo, 1997, sui diritti umani e la biomedicina del Consiglio d'Europa , recepita con Legge 28/03/01 n. 145;
  • norme per la buona pratica clinica dell'Unione Europea (International Conference on Harmonisation, 1996), recepite dall’ordinamento italiano con il D.M. 15/07/97 n. 162,
  • direttiva 2001/20/CE concernente l’applicazione della buona pratica clinica nell'esecuzione delle sperimentazioni cliniche di medicinali per uso clinico, (D.Lgs. 24/06/03 n. 211);
  • direttiva 2005/28/CE recante principi e linee guida dettagliate per la buona pratica clinica relativa ai medicinali in fase di sperimentazione a uso umano, nonché i requisiti per l'autorizzazione alla fabbricazione o importazione di tali medicinali (D.Lgs. 06/11/07 n. 200).